Sicilia, turismo in calo: le proposte della Stancheris

Cattive previsioni per il turismo siciliano: l’estate 2013 si preannuncia come una stagione di cali di presenze, con un saldo negativo dell’8,5%. Il dato arriva da un sondaggio condotto da Trademark, azienda che si occupa di consulenze nel settore dell’ospitalità e del benessere: si tratta di una cifra preoccupante, soprattutto perché si inserisce in un contesto economico che sperava di concedersi una boccata d’aria nella bella stagione, notoriamente in grado di attirare un maggior numero di visitatori.

A seguito della diffusione dei dati è intervenuta Michela Stancheris, assessore al Turismo della Regione siciliana, che ha illustrato criticità e proposte per un rilancio del comparto: «La Sicilia sconta una grossa penalizzazione legata alla mancanza di infrastrutture – ha dichiarato – e c’è una sorta di “barriera” in entrata, che si è accentuata dopo il fallimento di Wind Jet e il conseguente drastico calo di tratte aeree».

Il primo punto su cui bisogna puntare è la programmazione, in grado di risollevare le sorti del settore. Stancheris non vuole parlare di spettacoli, ma di politica del turismo, come aveva già dichiarato in occasione dell’intervista che trovate in edicola nel nuovo numero di Balarm Magazine: «Il termine “spettacolo” mi sembra post bellico. Mi pare un concetto aleatorio, passa l’idea di qualcosa che fai e non resta. Vorrei fare in modo che esistano delle linee guida semestrali o annuali,per forgiare il marchio Sicilia».

fonte:
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...